Ita | Eng
lente

Cina, serie di esplosioni devastano il porto di Tianjin

Almeno 42 i morti e oltre 400 feriti, tra le vittime anche 9 vigili del fuoco
Un inferno di fiamme e fumo che ha provocato almeno 42 vittime, tra cui 12 vigili del fuoco e oltre 400 feriti. Il porto di Tianjin, in Cina, è stato devastato da due violente esplosioni avvenute a pochi secondi di distanza. La prima su una nave carica di esplosivi, ancorata davanti al magazzino; la seconda in un deposito di prodotti chimici. Sono seguite esplosioni più piccole. Distrutte le porte e i vetri delle case che si trovano nelle vicinanze. L’incidente è avvenuto intorno alle 23.30 ora locale. Le onde d’urto provocate dagli scoppi si sono sentite a diversi chilometri di distanza e la palla di fuoco che si è formata ha illuminato quasi a giorno la città portuale a sud-est di Pechino. A metà luglio un’altra violentissima esplosione era avvenuta nella provincia dello Shandong in un impianto petrolchimico.


Pin It
latest video