Ita | Eng
lente

Città del Messico: in migliaia marciano per gli studenti scomparsi

Lancio di molotov contro gli agenti durante i cortei giunti nella piazza principale
A Città  del Messico cortei e scontri fra polizia e manifestanti: i parenti dei 43 studenti scomparsi a Iguala –  secondo le autorità  massacrati da un gruppo di narcos – sono giunti, dopo aver camminato per giorni nella capitale del Paese. Al loro cordoglio si sono uniti anche studenti, sindacalisti, insegnanti e cittadini comuni che hanno dato vita ad altri due cortei: decine di migliaia di persone hanno marciato fino in piazza della Costituzione. 200 manifestanti si sono scontrati con la polizia mentre cercavano di bloccare una superstrada che conduce all’aeroporto della città . I manifestanti hanno lanciato pietre, mortaretti e bombe molotov contro la polizia. I manifestanti chiedono la verità  sulla sorte dei ragazzi e criticano il presidente messicano Enrique Pena Nieto, per la gestione della vicenda.


Pin It
latest video