Ita | Eng
lente

Il Corriere della Sera rivela Bossetti non era al lavoro quando Yara scomparve

La perizia sui suoi spostamenti smentirebbe la tesi del muratore
Massimo Bossetti non era al lavoro il 26 novembre 2010, giorno della scomparsa di Yara Gambirasio a Brembate. La perizia sui suoi spostamenti, realizzata acquisendo i tracciati del telefono cellulare, smentirebbe la tesi del muratore. Lo riporta il Corriere della Sera. “Passavo dalla zona del centro sportivo perché tornavo dal cantiere di Palazzago e andavo a casa”, aveva detto Bossetti ricostruendo i suoi movimenti e giustificando la presenza del suo furgone nei pressi della palestra dove era andata la ragazzina.


Pin It
latest video