Ita | Eng
lente

Infiltrazioni della ‘ndrangheta in Expo, 13 arresti

Smantellate due cosche nel Comasco

Ancora infiltrazioni mafiose nell’Expo di Milano: 13 gli arresti tra Lombardia e Calabria eseguiti dai carabinieri su richiesta della Dia. Al centro dell’indagine della procura di Milano due cosche della ‘ndrangheta radicate nel Comasco e i loro interessi in speculazioni immobiliari e in subappalti di grandi opere connesse all’Esposizione universale. Le accuse per gli indagati associazione di tipo mafioso, intestazione fittizia di beni, reimpiego di denaro di provenienza illecita, abuso d’ufficio, favoreggiamento. Dalle indagini é emerso che le cosche erano in contatto con alcuni esponenti del mondo politico e imprenditoriale meneghino. In manette sarebbe finito anche un consigliere comunale del Pd di Rho, il comune in cui sorgeranno i padiglioni Expo.


Pin It
latest video