Ita | Eng
lente

L’effetto Cina affonda Piazza Affari

La nuova svalutazione dello yuan travolge le Borse europee. Milano perde quasi il 3%
La Cina manda al tappeto i mercati del Vecchio continente. Con la seconda svalutazione dello yuan, dopo un primo taglio della valuta – del tutto inatteso – avvenuto martedì – Pechino ha steso le borse europee. La Banca centrale cinese ha rivisto al ribasso del 3,5% il cambio contro il dollaro innescando una guerra tra le monete: immediata la reazione dei mercati europei che dopo il crollo della vigilia hanno chiuso ancora in ribasso: Piazza Affari ha ceduto il 2,96%. Particolarmente colpiti i titoli del lusso e dell’auto. Sostanziale tenuta invece dello spread tra Btp e Bund.


Pin It