Ita | Eng
lente

Quirinale: a Montecitorio la seconda votazione

Molto probabilmente neanche oggi sarà raggiunta la maggioranza dei due terzi
Alla Camera il secondo scrutinio per l’elezione del Capo dello Stato. Ieri nessun candidato ha raggiunto la maggioranza richiesta dei due terzi. Il Pd sembra aver trovato l’intesa sul nome del giudice costituzionale Sergio Mattarella che non dispiace nemmeno a Sel. I democratici cominceranno a votarlo dal quarto scrutinio, quando basteranno 505 voti. Renzi ha così compattato la Sinistra mentre Forza Italia e Ncd non ci stanno. Berlusconi parla di accordi traditi dal premier. Non crede però alla fine del Patto del Nazareno l’esponente della minoranza democratica Pippo Civati.


Pin It
latest video