Ita | Eng
lente

Yara, il gip: Per Bossetti gravi indizi

L’uomo resta in cella, anche se il fermo non è stato convalidato. Lui si dice innocente.

Resta in carcere Giuseppe Bossetti, il muratore 44enne fermato lunedì per l’omicidio della 13enne Yara Gambirasio, uccisa nel 2010. Il gip di Bergamo, però, non ha convalidato il suo fermo. Il giudice Ezia Maccora ha precisato: a carico di Bossetti ci sono “gravi indizi di colpevolezza, ha un’indole malvagia” e potrebbe commettere lo stesso reato, connotato da “efferata violenza”; ma non c’è¨ pericolo di fuga, quindi il fermo non è legittimo. Lui, intanto, ha cominciato a parlare dichiarandosi innocente: “Sono estraneo ai fatti – ha detto l’uomo nell’interrogatorio che si è tenuto nel carcere bergamasco -. Yara non la conoscevo”, ha spiegato.

 


Pin It
latest video